Teddy purcell dating Free dating website x rated

27 Jun

Woody ritorna al Sunnyside per aiutare i suoi amici ad evadere dall'asilo: con un piano ingegnoso neutralizza la scimmia e strappa Buzz dalle mani di Lotso.

Mentre il nastro sta per finire il suo tragitto, Woody scorge il pulsante che permette di bloccare le macchine e intima a Lotso, apparentemente passato dalla loro parte, di andare a premerlo.

Aiutato dagli altri giocattoli, Lotso riesce a raggiungere il pulsante, ma all'ultimo momento decide di non premerlo e lascia cadere il gruppo dentro l'inceneritore.

Toy Story 3 - La grande fuga (Toy Story 3) è un film d'animazione del 2010 diretto da Lee Unkrich.

Terzo capitolo dell'omonima saga prodotta dai Pixar Animation Studios, dopo Toy Story - Il mondo dei giocattoli e Toy Story 2 - Woody e Buzz alla riscossa, la pellicola animata, a cui prendono parte come doppiatori Tom Hanks, Tim Allen, Joan Cusack, Don Rickles, Wallace Shawn, Michael Keaton, Timothy Dalton, Bonnie Hunt e Whoopi Goldberg, vede i giocattoli venire abbandonati dal loro proprietario, Andy, ormai cresciuto e pronto a partire per il college.

Buzz e gli altri si vedono quindi costretti a seguirli nel bidone; una volta dentro il camion della nettezza urbana, lo space ranger, nel tentativo di salvare Jessie, viene schiacciato da un televisore e l'incidente gli fa recuperare le impostazioni originali, tornando ad essere il Buzz che tutti conoscevano.

Il camion dei rifiuti porta i giocattoli alla discarica, dove vengono gettati in un enorme inceneritore.

Toy Story 3 - La grande fuga uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 18 giugno 2010, distribuito dalla Walt Disney Pictures, mentre in Italia, dopo la première mondiale tenutasi al Taormina Film Fest il 12 giugno 2010, Andy, il proprietario di Woody, Buzz Lightyear, Jessie e degli altri giocattoli, è ormai cresciuto e, all'età di 17 anni, sta per partire per il college.

Ciò nonostante è ancora affezionato ai suoi compagni d'infanzia e, spinto dalla madre a liberare la sua stanza, decide di conservarli.

All'interno della fornace, i giocattoli si rassegnano al proprio destino e si stringono le mani per darsi forza nell'affrontare la propria fine.

D'un tratto, un grosso gancio, manovrato dai tre alieni, figli adottivi di Mr. Potato, li raccoglie salvandoli dall'incenerimento. Woody e gli altri tornano a casa di Andy, mentre Lotso viene raccolto da un addetto ai rifiuti e attaccato al radiatore del suo camion.

Giunto lì, Woody fa conoscenza con i giocattoli di Bonnie.

Uno di questi, Chuckles, è un clown giocattolo che rivela a Woody la verità su Lotso e il Sunnyside: l'orsacchiotto rosa, un bambolotto di nome Bimbo e Chuckles stesso erano una volta di proprietà di Daisy, una bambina che li aveva smarriti dopo essersi addormentata durante una gita in campagna.